GRANFONDO STRADE BIANCHE – TREK

PRESENTAZIONE DELLA

GRANFONDO STRADE BIANCHE – TREK

La Granfondo Strade Bianche – TREK , alla sua prima edizione, si distingue per essere la combinazione perfetta tra l’aspetto più specifico delle competizioni amatoriali e un fortissimo veicolo di promozione del territorio. La Granfondo Strade Bianche – TREK prenderà il via dalla città di Siena, presso la Fortezza Medicea, e percorrendo le famosissime “Strade bianche” – da qui il nome – tornerà nel capoluogo con uno spettacolare arrivo in Piazza del Campo. Il percorso, caratterizzato dalle conosciutissime strade bianche, permetterà, ai partecipanti, la scelta tra due tracciati: uno lungo e uno più breve, consentendo così di godere appieno, attraverso la bicicletta, le bellezze di un paesaggio unico.

Percorrendo la Granfondo Strade Bianche – TREK avrai la possibilità di percorrere le bellissime colline senesi godendosi la maestosità dei paesaggi.
Anche se la Gran Fondo Strade Bianche – TREK è solo alla sua prima edizione è già stata in grado di regalare emozioni in ambe due i tracciati, quello medio di 105 km e quello lungo di 135 km .
È aperta a tutti i cicloamatori e cicloturisti di età compresa tra i 18 e 70 anni in regola con il tesseramento Federale e/o Ente di Promozione.

STATISTICHE DELLA GARA
105KM

PERCORSO MEDIO

135KM

PERCORSO LUNGO

2261m

ALTIMETRIA

INFORMAZIONI UTILI

GRANFONDO STRADE BIANCHE – TREK

PARTECIPANTI Sono ammessi a partecipare ad invito, i cicloturisti – cicloamatori tesserati F.C.I., Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI. Federazioni straniere riconosciute dall’U.C.I., appartenenti a tutte le categorie, di ambo i sessi in età compresa tra i 18 e i 70 anni purchè in regola con il tesseramento Federale e/o Ente di Promozione.

 

Tessera
richiesta obbligatoriamente la tessera per la pratica dell’attività ciclistica sia amatoriale sia cicloturistica; per coloro che non sono in possesso della tessera sarà possibile effettuare una tessera giornaliera, presentando all’atto dell’iscrizione, regolare certificato medico di idoneità alla pratica dell’attività agonistica oppure non agonistica. In questo caso l’iscritto potrà partecipare, e al costo dell’iscrizione andrà aggiunto il costo della tessera giornaliera di € 15,00

E’ severamente vietata l’assistenza meccanica da parte di mezzi privati e fra concorrenti.
In caso di necessità, i partecipanti dovranno ricorrere a quella eventualmente fornita dall’organizzazione o provvedere autonomamente alle riparazioni. Non è ammessa autorizzazione alcuna per l’assistenza a singoli concorrenti. Gli interventi sulla bicicletta di tutti i tipi devono essere eseguiti autonomamente dal partecipante in gara che dovrà aver cura di portare un kit per le riparazioni.
Non sono ammesse in nessun caso auto o motociclette al seguito dei partecipanti, da parte di società e privati.
L’organizzazione della manifestazione è tenuta a verificare, con l’ausilio dei Giudici di gara, il pieno rispetto di questa norma.

Granfondo Strade Bianche – TREK

Granfondo Terre di Siena

Data: 8 Marzo 2015
Località: Siena (SI)

Lo Staff di www.cicloturismo.it ha preso parte alla seconda tappa del Tuscany Bike Challenge 2015 a Siena in occasione della Granfondo Strade Bianche – TREK.

La Tappa si sviluppava tutta in provincia di Siena, toccando alcune meravigliose località come Murlo, Buonconvento, Asciano e Castelnuovo Berardenga per un totale di circa 116 km

 

mappa-granfondo-siena

 

I dati rilevati dai dispositivi GPS in nostra dotazione sono stati i seguenti:
Distanza: 116.50 km
Ora: 4:46:32
Velocità media: 24.4 km/h
Aumento di quota: 2,013 m
Calorie: 5,358 C

profilo-altimetrico-granfondo-siena

 

Ecco cosa ci hanno raccontato gli atleti di www.cicloturismo.it appena conclusa questa affascinante tappa:

“..

Oggi abbiamo percorso la nostra prima tappa del Tuscany Bike Challenge e più precisamente la Granfondo Strade Bianche – TREK

Partenza dalla Fortezza Medicea con circa 700 Partecipanti, giornata fredda e soleggiata con raffiche di vento dal primo all’ultimo chilometro che ha reso il giro molto più duro di quello che era previsto sulla carta.
I paesaggi che abbiamo incontrato sono stati bellissimi anche se i passaggi dall’asfalto allo sterrato sono stati per centinaia di ciclisti sono stati dettati da forature e di rotture di biciclette.
L’alternarsi tra asfalto e strade bianche è molto stancante e i dislivelli sono veramente importanti.
Siamo arrivati dopo più di quattro ore e mezzo con una distanza di 116 km un dislivello totale di 2013 mt. C’è da dire che a Siena hanno un metro leggermente inferiore alla realtà infatti la tappa doveva essere di 105 km!
Detto questo concludo che il giro è bellissimo e soprattutto l’arrivo in Piazza del Campo è un arrivo mozzafiato e sicuramente non replicabile in altre occasioni.
Prossima tappa del Tuscany Bike Challenge sarà all’Isola d’Elba il 19 aprile; abbiamo più di un mese per prepararla anche in questo caso faremo il percorso medio i 95 km

..

Paolo Pagni”

 

Se siete interessati a vedere nel dettaglio la scheda del percorso, potete accedere alla pagina di www.cicloturismo.it visibile a questo link.